04. Rivedi la bozza

  1. queste cose dovrebbero essere già corrette dalla fase di revisione, ma sii scrupoloso: esegui il controllo ortografico/grammaticale; controlla di avere uniformato anche quei termini o espressioni per cui è più facile confondersi, tipo “sé stesso/se stesso”, “paese/Paese”, ecc.; esegui verifiche specifiche di refusi comuni, tipo “doppio spazio”, “spazio+virgola”, “punto+lettera”, ecc.;
  2. fai attenzione ad aver uniformato i segni grafici, accenti, trattini lunghi e corti, apostrofi, virgolette, ecc. A questo scopo è utile lo strumento “Trova e sostituisci”.
  3. uniforma il modo di segnalare il discorso diretto; è importante che non si creino casi di ambiguità.

    N.B. questo articolo sulle norme redazionali può esserti molto d’aiuto anche in fase di revisione per fare scelte consapevoli o per districare casi che ti sembrano dubbiosi.

  4. sillaba e giustifica in modo che non ci siano sproporzioni nella spaziatura delle parole;
  5. correggi gli errori di tipo tecnico, in particolare le cosiddette orfane e vedove, cioè righe di testo (rispettivamente iniziali o finali) di un capitolo o di un paragrafo che rimangono isolate al piede (=alla fine) alla testa (=all’inizio) di una pagina. Ci sono vari modi per ovviare a queste brutture, sia manuali (aumentando o diminuendo la spaziatura fra parole) sia automatici (in InDesign l’opzione “non separare le ultime/le prime X righe”, nel pannello delle opzioni), l’importante è comunque non crearne di peggiori (come slargare troppo il testo o lasciare eccessivi spazi bianchi nella pagina);
  6. verifica la risoluzione delle immagini; verifica di aver lavorato in spazio colore CMYK (e se no converti);
  7. esegui la “Verifica preliminare” e correggi gli eventuali errori segnalati;
  8. fai una revisione ulteriore della bozza impaginata.

    N.B. “Bozza impaginata” significa che è STAMPATA su carta – secondo le indicazioni di corpo, carattere, altezza e giustezza richieste. Anche se è già stata riveduta e corretta nella fase precedente, ciò non esclude che occorrano più riletture per apportare delle migliorie o scoprire errori che potevano essere sfuggiti durante le letture sul documento digitale; difatti la bozza cartacea serve per avere un riscontro grafico delle correzioni precedentemente apportate.

< Indietro

Indice

Torna su