02. Impaginazione e preparazione alla stampa

Per procedere all’impaginazione vera e propria ci sono sostanzialmente due possibilità per un lavoro professionale: Scribus o InDesign.

Noi sosteniamo e promuoviamo la prima, Scribus, ossia un programma open source di impaginazione editoriale di eccellente livello, libero, gratuito, e modificabile. Scribus funziona su tutte le piattaforme: GNU/Linux, Windows, Mac OS. Sul sito www.scribus.net ci sono le informazioni del caso e il link per scaricarlo, sul wiki dedicato il manuale, il forum, ecc., mentre in italiano puoi iniziare da qui o qui, oltre che dalla guida integrata nel programma.

Via più consueta (anche perché il programma – che non gira su Linux – è più ricco di possibilità e leggermente più intuitivo) è invece quella di InDesign, programma sviluppato non da una comunità ma dall’azienda statunitense Adobe System, e che pertanto è a pagamento. Costa 37€ al mese l’abbonamento al solo InDesign, a cui tuttavia chi volesse lavorare con fotografie o immagini vettoriali dovrebbe aggiungere almeno Photoshop e Illustrator (sempre della Adobe). Trattandosi di software commerciali non puoi scaricarli legalmente senza pagare, nonostante esistano numerosi modi di farlo in pochi minuti se cerchi le istruzioni su un qualsiasi motore di ricerca.
Per formarti sull’uso del programma ti consigliamo i video-tutorial di cui è ricca la rete (come ad esempio quelli canale Youtube di TotalPhotoshop), e di appoggiarti alla guida ufficiale di Adobe per gli aspetti più complicati.

Il tipo di approccio che dovrai avere, i dettagli a cui dovrai prestare particolare attenzione e gli strumenti che ti serviranno variano a seconda del tipo di pubblicazione, e variano contestualmente: cerca di tenere presenti tutti i vari parametri nel combinarli fra loro al fine del “miglior aspetto complessivo” della pagina.

< Indietro

Indice

Torna su