08. Scelta della carta

Auto-pubblicando è possibile comporre il proprio libro con le caratteristiche che si preferiscono. Oltre alla dimensione, dovrai scegliere il tipo di carta (cambia la grammatura – cioè il peso a metro quadro), il tipo di lavorazione (cambia lo spessore, il colore, l’eventuale filigrana) e la qualità, sia per l’interno del libro che per la copertina. Il consiglio è sempre quello di valutare altre pubblicazioni e di fare alcune prove di stampa per toccare con mano e raggiungere il risultato migliore. Inoltre, confrontandosi direttamente con il tipografo si eviteranno possibili pasticci. Tieni comunque presente che il tipo di carta comporta anche un diverso effetto a seconda del tipo di tecnologie di stampa usate dal tipografo. Dovrai basarti quindi sulla tua esperienza e su quella della stamperia a cui ti rivolgerai. Non ci sono regole fisse, ma tieni conto che alcune carte sono più adatte alla riproduzione di immagini o foto (carte patinate o con grammature maggiori), altre si confanno maggiormente alla stampa di testo (carte usomano), alcune lavorazioni rendono la carta più raffinata (e più costosa), altre sono più ecologiche (carte riciclate o estratte da foreste certificate).

< Indietro

Indice

Torna su